23ago2018

Comunicato Stampa AMB Stuttgart: Gli utensili sono pronti per affrontare il futuro


 
 
 
I produttori degli utensili di precisione presentano nuove soluzioni per materiali nuovi e forniscono un contributo alla digitalizzazione
 
La AMB parte con nuovi record. Con i 15.000 metri quadrati di area in più del nuovo padiglione Paul Horn (padiglione 10), ora i metri quadrati lordi sono in totale 120.000 unitamente a una disponibilità di posti per più di 1.500 espositori. Questi ultimi sono in attesa di circa 90.000 operatori internazionali provenienti dai seguenti settori: macchine utensili ad asportazione di truciolo, macchine utensili scrostatrici, utensili di precisione, tecniche di misura e garanzia della qualità, robotica, tecniche di maneggio di pezzi e utensili, software industriali & engineering, componenti, assiemi e accessori. Con l’ampliamento della fiera, i produttori di utensili e dispositivi di bloccaggio occupano i vicini padiglioni 1 e 3 senza più essere separati dall’entrata est e dall‘atrio. 
 
Il trend generale si chiama digitalizzazione e si rivela anche nel programma fieristico. Oltre alle manifestazioni collaterali, ormai affermate, per la prima volta si terrà la mostra speciale ”Digital Way” unitamente al congresso di due giorni, previsto per il 18 e il 19 settembre. Con “Elabo Smart Factory” e “Gewatec Lernfabrik” la mostra speciale darà anche informazioni sul modo in cui le imprese industriali possono sfruttare le potenzialità della digitalizzazione servendosi della moderna tecnologia informativa.
 
Totale ottimismo a Stoccarda
 
Gli utensili di precisione di origine tedesca sono richiesti in tutto il mondo. Spesso sono le piccole aziende a gestione familiare e quelle medie a promuovere il settore con i propri prodotti innovativi. Nel 2017 è stato superato per la prima volta in modo netto il record dei dieci milioni di Euro di fatturato. Markus Heseding, direttore generale dell’associazione di categoria degli utensili di precisione in seno a VDMA, l’Associazione costruttori tedeschi di macchine e impianti, illustra: ”Nel 2017, i dati fondamentali relativi agli utensili di precisione – dagli ordinativi ricevuti alla produzione e all’esportazione – si situavano molto sopra i relativi valori comparativi dell’anno precedente.” Il fatturato degli utensili per la lavorazione ad asportazione di truciolo, ad esempio, è aumentato del sette percento mentre i dispositivi di bloccaggio hanno raggiunto addirittura un più nove percento. 
 
A questo proposito, le attività redditizie d’esportazioni di questo settore hanno potuto contare ancora una volta sull‘estero – soprattutto sui clienti di due grandi industrie, quella meccanica e quella dell’automobile – riportando un più dodici percento. Il principale paese trainante è stata la Cina, ma anche gli USA hanno contribuito massicciamente all’esportazione degli utensili di precisione, nonostante gli improvvisi impulsi protezionistici. L’export è stato il fattore trainante di crescita anche per i dispositivi di bloccaggio, soprattutto nelle forniture alla Cina, aumentate di oltre un terzo. 
 
Nonostante tutti i rischi e le incertezze, il settore guarda in modo positivo a Stoccarda. Heseding: “Nei primi mesi del 2018, l’industria tedesca degli utensili ha continuato a mantenersi a livelli record.” Per l’anno in corso, l´associazione di categoria prevede un ulteriore aumento del sette per cento per gli utensili ad asportazione di truciolo e dell´otto per cento per i dispositivi di bloccaggio. Ecco il motivo: “Molti clienti lavorano al limite delle proprie capacità e sono alla ricerca di idee di utensili con i quali poter incrementare la produttività. La AMB, vetrina di tali idee, arriva pertanto al momento giusto.”
 
Nuove sfide grazie all’elettromobilità e alla costruzione con materiali leggeri
 
Reiner Wendt
 
 
La domanda di nuove idee di utensili non è cresciuta nonostante la nascita dell’elettromobilità ma grazie ad essa, come spiega il direttore dell‘associazione: ”Nell’industria dell’automobile, il passaggio a motori ad alta efficienza e a concetti ibridi è diventato un importante fattore di crescita, oltre che un elemento di sviluppo delle quantità.” Lo conferma Reiner Wendt, direttore delle vendite nel sud della Germania presso la Paul Horn, specialista nella lavorazione ad asportazione di truciolo: “L’elettromobilità pura riduce i componenti soggetti a una lavorazione ad asportazione di truciolo mentre i sistemi ibridi aumentano la quota dei componenti che la richiedono.”
 
 
Andreas Enzenbach
 
Andreas Enzenbach, Vice President Marketing and Product Management alla Mapal Dr. Kress, considera i nuovi componenti dei veicoli completamente elettrici o a trazione ibrida come “nuove sfide per l´industria dell’asportazione di truciolo; la lavorazione degli alloggiamenti dei motori elettrici e l’elevato numero di giri richiede la massima precisione durante la lavorazione“.
 
Markus Kannwischer
 
 
I veicoli elettrici necessitano, almeno in parte, anche di altri componenti rispetto a quelli con motori a combustione. Così, secondo Markus Kannwischer, direttore tecnico e membro della dirigenza alla Paul Horn, la richiesta va a connettori ad alta precisione, nuovi componenti di trasmissione, elettromotori ed elementi nel campo del raffreddamento. Sebbene l’elettromobilità presupponga quasi forzatamente una costruzione con materiali leggeri, Kannwischer non crede a un ulteriore incremento dell’uso di materiali fibrorinforzati oppure della vetroresina. In cambio, gli acciai deformati a caldo avrebbero ricuperato nettamente. 
 
In generale, la costruzione con materiali leggeri porta a una moltitudine di nuovi materiali che possono essere lavorati in modo redditizio solo adattando gli utensili. Come esempi Kannwischer cita “l´uso di carburi di nano-tungsteno nella truciolatura di leghe resistenti ad alte temperature oppure i nuovi sviluppi nel campo dei rivestimenti e dei processi di lavorazione.”
 
Anche le macchine utensili e gli utensili traggono vantaggio dalle idee di progettazione con materiali leggeri. Gli utensili di alesatura a sbalzo lunghi sono già in parte progettati con gambi in CFRP.
 
Altri metodi per ridurre il peso degli utensili sono l´uso di componenti realizzati con materiali leggeri come il titanio, l’alluminio, il CFRP, le costruzioni saldate e il processo di produzione additiva. Andreas Enzenbach: “I motivi per l´utilizzo di utensili leggeri sono i requisiti della macchina, dati dalla velocità, dal peso massimo di cambio utensile, dalla flessibilità del mandrino e dalla migliore dinamica di asse e mandrino. Nel caso di alesatori esterni nei supporti a pendolo, la motivazione è una migliore qualità del pezzo.”
 
Gli utensili e i dispositivi di bloccaggio diventano digitali
 
 
Dr. Niklas Kramer
 
 
Il Dr. Niklas Kramer, Product & Industry Segment Director alla Sandvik Tooling Germania, vede nella digitalizzazione la possibilità “di mettere direttamente e miratamente a disposizione dei clienti la conoscenza delle applicazioni.” Tuttavia non sono ancora chiare le vie attraverso cui le informazioni raggiungono al meglio il cliente. La premessa per una buona consulenza è comunque la conoscenza precisa della situazione di partenza; “i dati di contesto concreti della macchina utensile rappresentano un enorme passo avanti e quanto più semplici e uniformi sono, tanto maggiori i vantaggi per l´utente”.
 
Markus Horn direttore generale Paul Horn
 
 
 
Markus Horn, direttore generale della Paul Horn, scorge un ruolo importante degli specialisti di utensili nella digitalizzazione e automatizzazione della lavorazione dei metalli: ”I maggiori vantaggi stanno nella digitalizzazione dei dati utensile e nella perfetta integrazione dell’utensile nella catena di processo. Il gemello digitale è la base per l´aumento della produttività, come ad esempio la simulazione, spesso richiesta, dei processi di tornitura e fresatura.”
 
Anche i produttori di dispositivi di bloccaggio forniscono il loro contributo. “E’ necessario tener conto dell’intero processo di lavorazione perché questo è l´unico modo per eliminare inutili tempi di set-up e attrezzatura della macchina”, afferma convinto Stefan Nitsche, responsabile della gestione dei prodotti alla Hainbuch. 
 
Un modo possibile: il “dispositivo di bloccaggio intelligente”. Con un mandrino adeguato è possibile registrare elettronicamente e trasmettere al sistema di controllo della macchina la forza di serraggio, il diametro di serraggio nell’ordine dei centesimi di millimetro e il sistema di lavorazione dei pezzi. “Per creare un sistema di bloccaggio ancora più intelligente ci immaginiamo una compensazione indipendente all´interno del dispositivo di bloccaggio da parte degli attuatori". In questo modo è possibile correggere in modo intelligente addirittura gli errori di rotondità del pezzo nell´area del bloccaggio.”
 
 
Henrik Schunk CEO Schunk
 
Un altro grande produttore di dispositivi di bloccaggio è la Schunk. Henrik Schunk, socio gerente e CEO dell’impresa, vede specialmente in Europa il “trend verso dispositivi di bloccaggio high-tech e soluzioni completamente automatizzate collegate in rete in cui i dispositivi di bloccaggio, i sistemi di presa, l’immagazzinamento e i sistemi di caricamento formano un’unità“. Grazie alla loro posizione più vicina al pezzo, i dispositivi di bloccaggio e le pinze svolgono un ruolo speciale nella digitalizzazione e nella messa in rete: “Consentono di rendere i processi più flessibili oltre ad assicurare un monitoraggio e un´ottimizzazione permanenti.“
 
La AMB
Alla AMB del 18–22 settembre 2018 sono attesi a Stoccarda circa 90.000 operatori internazionali e 1.500 espositori. Su un’area di più di 120.000 metri quadrati lordi essi presenteranno innovazioni e perfezionamenti di sviluppo relativi a macchine utensili ad asportazione di truciolo, macchine utensili scrostatrici, utensili di precisione, tecniche di misura e garanzia della qualità, robotica, tecniche di maneggio di pezzi e utensili, software industriali & engineering, componenti, assiemi e accessori. La AMB 2018 gode del sostegno dei seguenti patrocinatori: VDMA Associazione di categoria degli utensili di precisione, VDMA Associazione di categoria software e digitalizzazione e Unione tedesca delle fabbriche per le macchine utensili (VDW).

Per informazioni: www.amb-messe.de

Elenco news