04set2019

Automazione e semplicità di integrazione al centro dello stand FANUC a EMO 2019


 

FANUC dimostrerà in occasione di EMO 2019 quanto sia facile integrare l’automazione in produzione, presentando diverse celle chiavi in mano che semplificano notevolmente per tutti la transizione verso la Fabbrica Intelligente.
Grazie alla sua gamma completa di soluzioni robotizzate, macchine utensili e sistemi CNC che comunicano tra loro senza soluzione di continuità, FANUC si conferma ancora una volta essere lo specialista dell’automazione di fabbrica.
 
FIELD fa il suo debutto ufficiale in Europa
Protagonista assoluto dello stand FANUC in EMO è FIELD (FANUC Intelligent Edge Link and Drive), la piattaforma per l’Industrial Internet of Things. FIELD collega tra loro le soluzioni FANUC e di terze parti per assicurare l’accesso rapido e centralizzato a tutti i dati relativi alla produzione. In questo modo, le aziende entrano in possesso degli strumenti necessari per prendere decisioni strategiche ponderate, trasformando di fatto l’intero sistema produttivo in una vera e propria Smart Factory.
 
 
FIELD è la piattaforma per l’Industrial Internet of Things di FANUC, completa di utili app per monitorare l´efficienza operativa e aumentare la produttività.
 
 
Diversamente da altre soluzioni IIoT, FIELD è un sistema “edge-heavy”. Ciò significa che i dati vengono raccolti e processati alla sorgente, direttamente in produzione, senza passare dal cloud; il vantaggio è che gli operatori possono così accedere a dati e statistiche molto più accurati in tempo reale. FIELD è caratterizzato da un’architettura scalabile, che ben si adatta a celle multiple presenti in fabbrica, e abilita il passaggio alla Produzione Intelligente, con notevoli benefici in termini di incremento dell’efficienza.
FIELD è compatibile con diverse applicazioni, comprese quelle di terze parti progettate da software house, system integrator e end-user. A fine 2019 verrà lanciato l’App Store FIELD, dove saranno disponibili applicazioni come PMA e ZDT.
Il software PMA ((Production Monitoring and Analytics) serve a monitorare l’andamento della produzione e le prestazioni delle macchine collegate nel sistema FIELD; le macchine che non raggiungono gli obiettivi di efficienza vengono segnalate in modo intuitivo, così come i trend relativi ai guasti. ZDT (Zero Down Time), invece, tiene sotto controllo costantemente l’operatività delle macchine ed identifica subito eventuali problemi (come variazioni nella coppia o disturbi) informando gli operatori quando è necessario effettuare interventi di manutenzione preventiva.
Le macchine, i dispositivi e i robot FANUC presenti allo stand in EMO saranno tutti collegati al sistema FIELD, consentendo così ai visitatori di vederne il funzionamento dal vivo e da vicino.
 
 
L’innovazione nella manutenzione predittiva si chiama ‘Edge Analyzing Unit’
FANUC introduce una serie di nuove, utili funzioni per i suoi CNC e drive. Tra queste, la più importante è ‘Edge Analyzing Unit’, un tool rivoluzionario per il monitoraggio delle condizioni operative che può essere installato su qualsiasi macchina che monta un CNC FANUC, anche di fabbricazione non recente. Questo strumento attiva la registrazione sincrona dei dati sia dal controllo numerico che dai sensori presenti sulla macchina; successivamente, effettua l’analisi dei dati raccolti e consente di implementare la programmazione di interventi di manutenzione predittiva basandosi sui risultati dell’analisi.
Un’altra novità presentata in EMO è la funzione AI Servo Monitor, che analizza e valuta i dati di mandrini e assi di alimentazione alimentati da servoazionamenti. AI Servo Monitor calcola in modo intelligente un’anomalia dai dati raccolti, e avvisa quando il valore di soglia viene superato. Gli operatori possono quindi programmare la manutenzione prima che avvengano guasti che possono provocare danni.
 
 
 
Rivelata la nuova ROBONANO α-NTiA
Debutto europeo anche per la nuova ROBONANO α-NTiA, il centro di tornitura di altissima precisione sviluppato da FANUC per soddisfare i requisiti stringenti dei crescenti mercati globali dei dispostivi ottici e medicali, oltre che per i settori aerospace e automotive, grazie alla sua capacità di lavorare con precisione pezzi fino a 0,1 nm.
 
 
 
La nuova ROBONANO α-NTiA è il centro di tornitura di altissima precisione sviluppato da FANUC per lavorare con precisione pezzi fino a 0,1 nm.
 
 
Grazie ai motori lineari FANUC sugli assi X e Z, ROBONANO assicura velocità di avanzamento fino a 1000mm/min. L’asse B opzionale offre tutta la flessibilità di una tavola indicizzabile per applicazioni anche avanzate. ROBONANO α-NTiA è equipaggiata con il CNC FANUC più evoluto, e completa di un grande pannello touch screen, di una centralina idraulica e di uno smorzatore di vibrazioni. I sistemi di raffreddamento ad acqua attiva e di controllo della temperatura dell´aria compressa sono inclusi come standard, per migliorare la stabilità a lungo termine durante la lavorazione.
 
 
L’integrazione dei robot avviene in un attimo
Per quanto riguarda l’integrazione dei robot in scenari produttivi, FANUC offre il pacchetto QSSR (Quick and Simple Start-up of Robotization). Si tratta di un software che rende di fatto semplice il collegamento di un robot alla macchina, agevolando l’impostazione dei parametri e attivando la messa in servizio in pochi istanti, rendendo l’operatività immediata.
 
 
 
FANUC presenterà in EMO alcuni nuovi robot industriali; tra questi, M-10iD/12 and M-20iD/25, il primo impegnato in una cella di carico/scarico, il secondo in una cella di sbavatura che fabbrica componenti utilizzati poi nella realizzazione dei robot dell’azienda giapponese. Entrambi i robot beneficiano di velocità degli assi molto elevate e della rigidità necessaria per assicurare ottime prestazioni in termini di precisione e ripetibilità. Entrambi gli allestimenti sono integrati da celle robotizzate di lavaggio automatico.
I robot collaborativi della serie CR saranno impegnati in 7 diverse celle, e mostreranno ai visitatori dello stand le infinite possibilità di utilizzo della gamma, dal “piccolo” CR-4iA fino al potente CR-35iA.
 
 
Fresatura altamente efficiente
 
 
Lo stand FANUC sarà poi popolato da numerosi centri di lavoro verticali ROBODRILL. Una cella vedrà due ROBODRILL impiegate nella lavorazione di componenti differenti, con robot FANUC completo di tecnologia AI bin-picking che gli permette di individuare e distinguere con precisione le parti di ciascun ciclo produttivo messe alla rinfusa in una cesta. Un’altra ROBODRILL completa di tavola rotante ad alta velocità e di eseguire lavorazioni di tornitura simulerà la lavorazione di minuterie per l’industria degli orologi, assistita da robot collaborativo FANUC montato su piattaforma mobile a guida automatica (AGV).
 
 
Elettroerosione a filo di nuova generazione
Presenti in fiera a Hannover anche due macchine ROBOCUT per l’EDM a filo, ideali per la realizzazione di lavorazioni ultra-precise come richiesto dal medicale e dall’industria della fabbricazione degli stampi e degli utensili. ROBOCUT α-C400iB sarà affiancata da un robot collaborative complete di sistema di visione iRVision per identificare i pezzi da lavorare. ROBOCUT α-C800iB si dimostra adatta al taglio di pezzi di grandi dimensioni, grazie alla corsa dell’asse Z di 500 mm e alla nuova funzione AI Thermal Compensation; l’elettroerosione sarà difatti impegnata nel taglio di componenti per il settore aerospaziale.
 
 
Stampaggio a iniezione integrato
La pressa per lo stampaggio a iniezione full electric ROBOSHOT α-S130iA completa la proposta tecnologica di FANUC a EMO 2019; questa stamperà pezzi bimateriale affidandosi alla 2° unità di iniezione SI-20A. L’inserto dello stampo verrà invece lavorato dalla ROBONANO α-NMiA, asservita da robot a sottolineare il know-how tecnologico di FANUC nell’automazione delle macchine.
 
 
 
 
 
 
FANUC Europe Corporation S.A.
7, rue Benedikt Zender, L-6468 Echternach, Luxembourg
Phone: + 352 (0)72 7777-0
Email pr@fanuc.eu
Home: www.fanuc.eu

 

Elenco news