10ott2019

Intervista a Sandra Liardon, Direttrice Micronora: “Punto di riferimento europeo, il salone Micronora è una fonte inesauribile di innovazioni e di soluzioni microtecniche fuori dal comune per tutti



Micronora, salone internazionale delle microtecniche e della precisione, si terrà a Besançon (Francia) dal 22 al 25 settembre 2020. Sandra Liardon, nuova direttrice del salone, presenta i punti salienti di questo appuntamento dei know-how innovativi divenuto un must per la ricerca di soluzioni alle sfide microtecniche complesse in materia di progettazione e di fabbricazione.

 

 

 

 

Sandra Liardon, come si annuncia l’edizione 2020 di Micronora?

Sandra Liardon: Innanzitutto, desidero esprimere il mio orgoglio per avere assunto la direzione di Micronora, salone di riferimento in Europa nel settore delle microtecniche. Questa manifestazione mi è molto cara in quanto vi collaboro dal 2006. 

Micronora 2020 promette bene, la vendita degli stand è già nel vivo. Gli espositori, compresi i nuovi, si iscrivono sempre più anticipo. È risaputo che il salone registra il tutto esaurito da 7 a 8 mesi prima dell’apertura e non vogliono mancare questo appuntamento di successo la cui notorietà è in continua crescita. 

Anche l’influenza internazionale del salone sta crescendo, come testimoniato dal numero di espositori e di visitatori stranieri in costante aumento. 

 

Come spiega questo entusiasmo costante per le microtecniche?

 

SL: La miniaturizzazione dei componenti è una sfida permanente in diversi settori industriali in cui si è confrontati con l’alleggerimento dei prodotti e con le iniziative ecologiche, imposti dai vincoli CSR (Corporate Social Responsibility - responsabilità sociale di impresa). Per conseguire questi obiettivi ambiziosi, non hanno altra scelta che trovare nuovi metodi e soluzioni di fabbricazione. 

Le aziende sanno che al salone Micronora troveranno soluzioni personalizzate quale che sia il proprio settore d’attività: aeronautico e spaziale, del lusso, medicale, della difesa, automobilistico, delle telecomunicazioni...

 

Il salone, sinonimo di progresso tecnologico, è un concentrato di innovazione. Può farci qualche esempio?

 

SL: La miniaturizzazione, di cui abbiamo parlato, non è l’unica tendenza, tutt’altro! Micronora si identifica, sin dalla sua nascita, come un salone di know-how di precisione. Tuttavia, con il passare delle edizioni e in funzione delle evoluzioni tecnologiche, Micronora ha rinforzato la propria specificità nei settori della precisione, della miniaturizzazione e dell’integrazione di funzioni complesse. Un’evoluzione indispensabile per ottenere risultati eccellenti nella progettazione e nella fabbricazione di prodotti sempre più intelligenti nell’attuazione di Industria 4.0. Segno dei tempi, il salone è pertanto divenuto un punto di riferimento anche per le nanotecnologie. 

Vero e proprio laboratorio della micromeccanica di domani, Micronora consente di affrontare le nuove frontiere tecnologiche che interessano gli industriali di questo settore così differente dagli altri.

 

Lo Zoom è l’animazione principale di Micronora. Quale tematica sarà protagonista nel 2020?

 

SL: Lo Zoom è effettivamente un momento forte del salone. A metà strada tra il laboratorio e la mostra, consente di scoprire cosa si fa di più innovativo in un settore o in una tecnologia. Nel 2020, lo Zoom sarà dedicato alla produzione additiva. Una tecnologia all’avanguardia particolarmente interessante per il settore microtecnico in quanto consente la fabbricazione di pezzi dalla complessità quasi infinita con il minor spreco possibile. Pertanto, non è assolutamente sorprendente che le industrie del settore aeronautico o dei dispositivi medicali, fra le altre, prediligano questi nuovi strumenti di fabbricazione. 

 

E le altre animazioni?

 

SL: In parallelo a un programma di conferenze, accoglieremo il 24 e il 25 settembre, il 12°  Micro Nano Event, appuntamento BtoB europeo, che consente alle aziende o ai laboratori di ricerca di avviare delle collaborazioni. 

Altro evento imprescindibile del salone sono i premi Microns e Nano d’Or attribuiti da una giuria di esperti alle migliori innovazioni degli espositori. Infine, in occasione dei 50 anni di Micronora, prepariamo delle sorprese per ringraziare gli espositori e i visitatori della loro fedeltà!

 

 

Per maggiori informazioni:www.micronora.com

 

Elenco news